Cerco la sede più vicina...

In caso di lutto

Roma
06 48 88 68
Scegli la sede Taffo in Italia
Bologna Vicenza Venezia Ancona Roma

Per migliorare la tua esperienza, attiva la geolocalizzazione del tuo dispositivo e aggiorna questa pagina cliccando qui. Oppure seleziona manualmente una sede.

Entra nel sito
In caso di lutto

IN CASO DI LUTTO

Come funziona la pensione di reversibilità? Chi ne ha diritto e in quale misura?
In questo post cerchiamo di rispondere alle domande più frequenti che vengono fatte sull’argomento.

La pensione di reversibilità è una prestazione economica che viene erogata dall’INPS a favore del coniuge del defunto, o a favore dei figli o di chiunque risultava a carico della persona scomparsa.
Si tratta di un diritto dei “superstiti” del pensionato o del lavoratore deceduto (in quest’ultimo caso prende il nome di pensione indiretta).

Per accedervi occorre fare domanda all’INPS, o tramite il sito web, il call center o un patronato riconosciuto.

Possono farne richiesta:

1) il coniuge del defunto, anche se c’è stata una separazione o un divorzio e solo se è titolare di un assegno di mantenimento;

2) i figli che non hanno ancora raggiunto la maggiore età oppure quelli che ancora studiano ma non hanno più di 26 anni, oppure quelli inabili, ovvero con disabilità fisiche o mentali;

3) i nipoti a carico del nonno defunto;

4) fratelli e sorelle celibi/nubili e inabili, a carico della persona defunta.

L’importo della pensione di reversibilità viene calcolato sulla base di quello dell’assegno pensionistico che veniva percepito dal defunto. Nel caso del coniuge spetta un  importo pari al 60% dell’assegno, il 70% per un figlio, l’80% per il coniuge con un figlio a carico oppure 2 figli senza coniuge, il 100% per il coniuge con 2 figli o più a carico.

La pensione verrà ricevuta dal primo giorno del mese successivo al decesso del pensionato o lavoratore.
L’erogazione della pensione di reversibilità può terminare in alcuni casi:

– il coniuge si risposa;

– i figli universitari finiscono il ciclo di studi oppure lo interrompono;

– i figli compiono il 26esimo anno di età;

– viene meno lo stato di inabilità del soggetto che la percepisce;

Inoltre dal 1° Gennaio 2012 le pensioni di reversibilità ai coniugi superstiti vanno incontro ad una riduzione dell’aliquota percentuale in alcuni casi (ma solo se non sono presenti figli minori, studenti o inabili):

– il deceduto ha contratto il matrimonio ad un’età superiore ai 70 anni;

– la differenza di età fra i coniugi è superiore a 20 anni;

– il matrimonio è stato contratto per un periodo inferiore a 10 anni

Dopo quanti giorni dalla morte è consigliato fare il funerale?

5 Ottobre 2016

Tra le domande che ci vengono poste più di frequente c’è quella sulle tempistiche del funerale. Dopo quanto tempo dal decesso è raccomandato celebrare il funerale?

Cosa succede al corpo dopo la morte

29 Settembre 2016

Una volta avvenuto il decesso il corpo umano va in contro ad una serie di trasformazioni che prendono complessivamente il nome di decomposizione (detta anche volgarmente putrefazione).

Certificazioni

Contattaci

Siamo Operativi 24/7

L’Agenzia Funebre Taffo Funeral Services offre un servizio di pronto intervento attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 su tutto il territorio nazionale. Ogni sede è aperta dalle 8.00 alle 19.00 con orario continuato con possibilità di ricevere su appuntamento anche in orari notturni.

 

    “La morte è un’usanza che tutti, prima o poi, dobbiamo rispettare.”

    (JORGE LOUIS BORGES)

    ISCRIVITI ALLA
    NEWSLETTER

    IN CASO DI LUTTO:CHIAMACI 24/7

    Scegli l'agenzia nella tua città

    Scegli altra città Bologna Vicenza Venezia Ancona Roma