Cerco la sede più vicina...

In caso di lutto

Roma Laurentina
06 48 88 68
Scegli la sede Taffo in Italia
Potenza Roma Portuense Roma Centro Cattolica Mantova Castel San Pietro Terme Torino Bologna Vicenza Ancona Roma Laurentina

Per migliorare la tua esperienza, attiva la geolocalizzazione del tuo dispositivo e aggiorna questa pagina cliccando qui. Oppure seleziona manualmente una sede.

Entra nel sito
In caso di lutto

IN CASO DI LUTTO

Il Tempietto Egizio è un monumento che si trova all’interno del cimitero più antico della città di Roma, cioè il cimitero del Verano. Il campo Verano è così chiamato perché qui nell’antichità si estendevano i possedimenti terrieri dell’imperatore Lucio Vero e questo terreno era chiamato l’Ager Veranus. Al tempo di papa Pio IX, nella prima metà dell’Ottocento, questo luogo fu scelto per impiantarvi il grande e moderno cimitero di Roma, anche perché quel tempo il terreno in questione si trovava al di fuori della cinta urbana e quindi era il luogo ideale dove seppellire i morti, in ossequio all’editto di Saint Cloud al quale si riferisce Ugo Foscolo nella sua opera “I Sepolcri”.

Come raggiungere il Tempietto Egizio

Il tempietto Egizio si trova all’interno del Cimitero del Verano. Lo si raggiunge facilmente entrando al Cimitero dall’Ingresso Crociate sulla via Tiburtina e proseguendo a sinistra in direzione della tomba di Claretta Petacci. Si tratta della zona centro-occidentale del Cimitero del Verano, dove sorge anche il Tempio Israelitico. Nella toponomastica interna del camposanto questo quadrante che volge in direzione dell’uscita verso la Stazione Tiburtina è detto appunto “via del tempietto egizio”.

Storia del tempietto Egizio

Si tratta di un monumento che ha la struttura e l’aspetto dei templi funerari di età tarda tolemaica, come ad esempio i templi di Edfu e Kalabsha o quello di Thot a Pselchis. Fu costruito tra la fine del XIX secolo e i primi del Novecento, tra il 1880 ed il 1906. Presso l’Archivio Storico Capitolino è conservata una foto scattata durante i lavori di ultimazione, ma è senza data. Quello che però sappiamo è che che negli anni Trenta del secolo scorso il Tempietto Egizio era completato e veniva usato come camera di incinerazione: è infatti qui che Luigi Pirandello fu cremato ed è qui che l’urna con le sue ceneri fu conservata per ben undici anni, per poi essere trasferita, come da ultime volontà dello scrittore, ad Agrigento nel 1947 alla fine della guerra.

Il Tempietto Egizio oggi

Oggi il tempietto egizio è utilizzato come luogo per celebrare cerimonie funebri laiche o commemorazioni di carattere civile, che avvengono all’interno della “Sala del Tempietto Egizio”. Nel 2003 fu l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Veltroni a ripristinare il Tempietto Egizio che infatti in quegli anni fu ristrutturato per poter ospitare cerimonie funebri e accogliere fino a 150 persone. La sala principale è ancora oggi attrezzata per ascoltare musica, per proiettare filmati e diapositive, leggere testi e quindi per permettere una commemorazione che rispetti le idee di chi è morto, di chi non è credente, o di chi appartiene ad un’altra religione. Durante l’emergenza da pandemia di Covid-19 tutti i servizi del Cimitero Monumentale del Verano erano stati sospesi ma dal 18 maggio sono stati riattivati con modalità di fruizione volte ad assicurare il rispetto delle misure di contrasto alla diffusione del Covid 19, così come prescritto nei provvedimenti sinora emanati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalle altre Istituzioni competenti. Lo svolgimento delle cerimonie deve rispettare il consueto orario: dal lunedì al sabato: ore 9.00-16.00. È consentita la partecipazione alle cerimonie fino ad un massimo di 15 persone con mascherina e guanti e i partecipanti sono tenuti a rispettare il corretto distanziamento tra di loro, evitando assembramenti.

Frasi trigesimo, cosa dire per ricordare i defunti

15 Dicembre 2021

Il Trigesimo è una celebrazione in onore di un defunto che ha una forte importanza nella religione cattolica. Si tratta di una Santa Messa in ricordo di un defunto che viene celebrata esattamente trenta giorni dopo la salita al...

Perché le bare sono di zinco?

1 Dicembre 2021

La bara è un contenitore in legno dalla forma vagamente rettangolare, creata al fine di contenere la salma di una persona defunta, trasportarla, tumularla, inumarla o cremarla. Detta anche feretro o cassa da morto, la bara accoglie il defunto...

Certificazioni

Contattaci

Siamo Operativi 24/7

L’Agenzia Funebre Taffo Funeral Services offre un servizio di pronto intervento attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 su tutto il territorio nazionale. Ogni sede è aperta dalle 8.00 alle 19.00 con orario continuato con possibilità di ricevere su appuntamento anche in orari notturni.

 

    “La morte è un’usanza che tutti, prima o poi, dobbiamo rispettare.”

    (JORGE LOUIS BORGES)

    ISCRIVITI ALLA
    NEWSLETTER

    IN CASO DI LUTTO:CHIAMACI 24/7

    Scegli l'agenzia nella tua città

    Scegli altra città Potenza Roma Portuense Roma Centro Cattolica Mantova Castel San Pietro Terme Torino Bologna Vicenza Ancona Roma Laurentina