Cerco la sede più vicina...

In caso di lutto

Roma
06 48 88 68
Scegli la sede Taffo in Italia
Novara Castel San Pietro Terme Torino Bologna Vicenza Venezia Ancona Roma

Per migliorare la tua esperienza, attiva la geolocalizzazione del tuo dispositivo e aggiorna questa pagina cliccando qui. Oppure seleziona manualmente una sede.

Entra nel sito
In caso di lutto

IN CASO DI LUTTO

Può succedere che dopo la morte di un congiunto si venga in possesso, per eredità, di un’arma appartenuta a chi non c’è più. La detenzione delle armi ereditate non è automatica, nel senso che un’arma ereditata non si può semplicemente portare a casa ma bisogna denunciarla in Questura e compilare dei moduli, in attesa che la Questura emetta un Nulla Osta che vi permetterà di tenere l’arma in casa tranquillamente. Se non avete mai avuto un porto d’armi, una volta ottenuta l’autorizzazione, dovrete consegnare tutte le munizioni perché l’autorizzazione ricevuta vi consente solo di tenere l’arma in casa ma non di poterla utilizzare.

La denuncia di detenzione e di cessione di armi e munizioni deve essere presentata quando si viene in possesso di armi e cartucce per eredità, quando si cedono armi e cartucce a terzi, oppure quando cambia il luogo di detenzione di armi e cartucce. La legge prevede anche la compilazione di una particolare autorizzazione che viene concessa solo a chi non ha mai avuto precedenti penali di nessun tipo.

Se volete conservare un’arma ricevuta in eredità ma non avete il porto d’armi dovrete chiedere al Questore il rilascio del Nulla Osta all’Acquisto e nell’attesa che questo documento venga prodotto l’arma sarà custodita presso il più vicino Comando dei Carabinieri.

Se invece non avete intenzione di tenere l’arma ereditata in casa vostra potete scegliere di cederla a qualcuno che ha già il porto d’armi o il Nulla Osta, oppure potete cederla ad un armiere. In questo caso occorrerà compilare un altro modulo e presentarlo in Questura. Nel caso in cui l’arma venga ceduta ad un privato, sarà lui a doverla denunciare mentre se l’arma  viene ceduta ad un armiere, sarà iscritta nel registro di carico e scarico dell’armeria.

Attenzione: se avete avuto notizia della presenza in casa di un vostro congiunto defunto di un’arma, la legge vi obbliga a denunciarne la presenza in quanto la mancata denuncia del ritrovamento dell’arma integra il reato di omessa denuncia, punibile anche con pene detentive. Il ritrovamento dell’arma va denunciato entro 48 ore al massimo, a meno che non abbiate ritrovato l’arma in cantina, in un luogo nascosto, dopo molto tempo. In questo caso dovrete specificarlo nella denuncia, da effettuare sempre subito dopo aver trovato l’arma.

Dispersione delle ceneri in mare, cosa dice la legge?

18 Aprile 2018

La cremazione è ormai una pratica molto diffusa e sono sempre di più le persone che esprimono il desiderio di essere cremate piuttosto che essere seppellite in cimitero. La legge prevede specifiche regole che danno un quadro preciso di...

Detenzione armi ereditate dopo la successione di un parente

18 Aprile 2018

La detenzione di armi ereditate dopo la successione di un parente non è un fatto scontato. Infatti il possesso delle armi non è automatico come tutti gli altri beni: ogni volta che si viene in possesso di un’arma in...

Certificazioni

Contattaci

Siamo Operativi 24/7

L’Agenzia Funebre Taffo Funeral Services offre un servizio di pronto intervento attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 su tutto il territorio nazionale. Ogni sede è aperta dalle 8.00 alle 19.00 con orario continuato con possibilità di ricevere su appuntamento anche in orari notturni.

 

    “La morte è un’usanza che tutti, prima o poi, dobbiamo rispettare.”

    (JORGE LOUIS BORGES)

    ISCRIVITI ALLA
    NEWSLETTER

    IN CASO DI LUTTO:CHIAMACI 24/7

    Scegli l'agenzia nella tua città

    Scegli altra città Novara Castel San Pietro Terme Torino Bologna Vicenza Venezia Ancona Roma