Cerco la sede più vicina...

In caso di lutto

Scegli la sede Taffo in Italia
Ancona Anzio Aprilia Bologna Brescia Busto Arsizio (VA) Cagliari Cattolica Chivasso (TO) Civitavecchia Fagnano Olona (VA) Gallarate (VA) Genova Ladispoli Latina Legnano (MI) Mantova Nettuno Ostia Pavia Pomezia Reggio Emilia Roma Casilina Roma Centro Roma Corso Trieste Roma Laurentina Roma Portuense Roma Tiburtina Samarate (VA) Torino Venaria Reale (TO) Verona Vicenza

Per migliorare la tua esperienza, attiva la geolocalizzazione del tuo dispositivo e aggiorna questa pagina cliccando qui. Oppure seleziona manualmente una sede.

Entra nel sito
In caso di lutto

IN CASO DI LUTTO

Se per molti anni la Chiesa cattolica ha impedito la cremazione, oggi questa disposizione non esiste più. Nell’antichità, erano molte le ideologie anticristiane che proponevano la cremazione ed è soltanto per questo motivo che la chiesa condannava non tanto la cremazione, quanto le ideologie che vi stavano dietro. I non cristiani, infatti, non credevano nella resurrezione del corpo e nella vita dopo la morte. Gli antichi romani, che erano pagani in quanto adoravano diversi dei, incenerivano i corpi e si prendevano gioco dei cristiani che invece credevano nell’immortalità dell’anima.

In realtà, in tempi di pestilenze o guerre, in tutte quelle circostanze in cui la sepoltura dei corpi poteva essere un problema, la chiesa non si è mai opposta alla cremazione e comunque non è mai stato affermato che la cremazione non sia compatibile con l’immortalità dell’anima. Fatto sta che in occidente, proprio per motivi religiosi, la sepoltura per tumulazione o inumazione sono sempre state le modalità preferite e solo di recente la cremazione ha cominciato ad essere una scelta sempre più diffusa.

La cremazione e l’ateismo

L’idea che la scelta della cremazione riguardi soltanto gli atei risale ai tempi dell’illuminismo, quando la cremazione divenne il simbolo con cui si distinguevano i credenti dai non credenti, in una sorta di protesta contro la chiesa e il pensiero religioso, utilizzata come strumento per manifestare espressamente disapprovazione nei confronti della religione. Fu per questo motivo che il Sant’Uffizio fu costretto a condannare la cremazione, non tanto per l’azione fisica compiuta di bruciare il corpo, ma per quello che questo gesto rappresentava. Nel 1963 la Santa Sede si pronunciò di nuovo a favore della pratica della cremazione, ma soltanto a patto che non fosse utilizzata per manifestare odio contro la fede cattolica.

La Chiesa cattolica accetta la cremazione oggi?

Sì, la Chiesa Cattolica reputa che la cremazione una forma di sepoltura dignitosa e rispettosa del defunto tanto quanto la sepoltura della salma, in quanto il fuoco non fa altro che il lavoro che spetterebbe alla natura nel corso degli anni, con l’unica differenza che lo fa in molto meno tempo. Anche rispetto alla resurrezione dei corpi non c’è niente che impedisca alla potenza divina di resuscitare un corpo ridotto in polvere o in cenere, in ogni caso infatti si tratterà di un ritorno a una nuova vita.

La dispersione delle ceneri

Mentre la chiesa cattolica non pone alcun veto sulla cremazione, è invece molto critica rispetto alla dispersione delle ceneri che invece è consentita dalle leggi civili. Il pericolo che la Chiesa riscontra in questa pratica è che possano crearsi nuove teorie religione di panteismo, di fusioni cosmiche o altre teorie che non hanno niente a che vedere con il cristianesimo. Oltre al fatto che, tenere le ceneri di qualcuno in un luogo che non sia un cimitero, potrebbe generare fenomeni di devozione non autorizzati. A questo proposito quindi la chiesa suggerisce di riporre comunque l’urna cineraria al cimitero in modo da consentire l’espressione della devozione per i defunti nel modo da essa ritenuto più giusto. Le tombe, infatti, nella concezione religiosa cattolica, non hanno il solo scopo di conservare la salma ma rappresentano uno strumento di ricordo, di trasmissione della memoria, che rafforza il nostro legame con i parenti i gli amici cari che non ci sono più.

Dispersione ceneri in Italia: sì o no?

21 Giugno 2023

La cremazione è quel processo per il quale le spoglie mortali di un defunto sono incenerite e disposte dentro un’urna cineraria. Quest’ultima, secondo la legge italiana, può essere tumulata in cimitero oppure conservata all’interno di un’abitazione privata dietro esplicita...

Constatazione di decesso, chi deve farla?

7 Giugno 2023

Quando una persona muore, è necessario avviare tutta una serie di pratiche medico-legali che servono ad accertare che è avvenuto il decesso, stabilire la diagnosi di morte con la determinazione delle cause, dare inizio a un’eventuale autopsia, autorizzare il...

Certificazioni

Contattaci

Siamo Operativi 24/7

L’Agenzia Funebre Taffo Funeral Services offre un servizio di pronto intervento attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 su tutto il territorio nazionale. Ogni sede è aperta dalle 8.00 alle 19.00 con orario continuato con possibilità di ricevere su appuntamento anche in orari notturni.

 

    “La morte è un’usanza che tutti, prima o poi, dobbiamo rispettare.”

    (JORGE LOUIS BORGES)

    ISCRIVITI ALLA
    NEWSLETTER

    IN CASO DI LUTTO:CHIAMACI 24/7

    Scegli l'agenzia nella tua città

    Scegli altra città Ancona Anzio Aprilia Bologna Brescia Busto Arsizio (VA) Cagliari Cattolica Chivasso (TO) Civitavecchia Fagnano Olona (VA) Gallarate (VA) Genova Ladispoli Latina Legnano (MI) Mantova Nettuno Ostia Pavia Pomezia Reggio Emilia Roma Casilina Roma Centro Roma Corso Trieste Roma Laurentina Roma Portuense Roma Tiburtina Samarate (VA) Torino Venaria Reale (TO) Verona Vicenza